Tavole legno di CIPRESSO

La lunga durabilità del legno di Cipresso ne consente l'impiego ottimale per la realizzazione di porte e infissi esposti alle intemperie. Inoltre gli estrattivi del Cipresso conferiscono un particolare profumo e una efficace azione antisettica che impedisce l'attacco sia dei funghi che degli insetti (tarli inclusi).
Altro impiego di pregio del Cipresso è rappresentato dalla fabbricazione di mobili, cassapanche e armadi e altri lavori di artigianato.
Aspetto e Caratteristiche del Legno: colore giallognolo bruniccio, generalmente con durame bruno più scuro ed a contorno irregolare, privo di canali rsiniferi, con forte profumo caratteristico derivante dagli oli eterei nella resina che è presente nella cortecia, ma non nel legno.
Peso Specifico dopo stagionatura 620 kg/mc
Struttura Istologica: tessitura fine, fibratura poco regolare.
Caratteristiche Meccaniche: resistenza a compressione assiale mediamente 50 N/mm2, a flessione 90N/mm2, durezza media; il comportamento all'urto è da modesto a medio. Modulo elasticità 12.500 N/mm2.
Durabilità: orrima anche all'esterno od in ambienti umidi.
Impieghi Principali: la lunga durabilità consente di impiegare il legno di Cipresso per infissi esposti alle intemperie, giacche gli estrattivi che gli conferiscono il particolare profumo manifestano una efficace azione antisettica che impedisce gli attacchi sia dei funghi che degli insetti. Altro impiego di notevole pregio è la fabbricazione di mobili, quali cassapanche ed armadi, destinati alla conservazione di abiti e tessuti. Pregiato altresì per lavori di artigianato, torneria e piccoli oggetti finiti